martedì 6 settembre 2016

Recensione - Lo strano caso di Michael Farner & Il Ritorno di Michael Farner





Buongiorno miei adorati Readers!! 

Come procede la settimana?? Spero vada tutto bene..
Non so com'è da voi il tempo, ma qui a Palermo sta mattina ha piovuto tantissimo. Sembra sia venuto l'inverno.. e ad essere sincera, la cosa non mi dispiace: (adesso mi prenderete per pazza).. l'estate non è di certo la mia stagione preferita.
Ma tanto domani ci sarà di nuovo un sole che spacca le pietre, probabilmente!

Grazie per aver seguito il meteo del giorno, e a domani!

No non è vero... oggi sono in vena di scherzi.. ahah

Come avrete notato dall'ultimo Book Tag, (se non l'avete visto andate a vederlo QUI) sono entrata in fissa con Lo strano caso di Michael Farner.. che finalmente potrò recensirvi perchè ho terminato anche il seguito, quindiiiii... RECENSIONE DOPPIA!

yeeeeeeee..

va bene Martina, basta. Sei ridicola. 


Okay Readers, Cominciamoo! 



Risultati immagini per lo strano caso di michael farner


Titolo: Lo strano caso di Michael Farner
Autore: Lorenzo Sartori
Pagine: 25
Prezzo (ebook): 0.99
Editore: Nativi Digitali
Genere: Racconto, noir, surreale

(immagine dell'ebook)


Lo strano caso di Michael Farner é un racconto molto breve come potete notare dall'indicazione delle pagine, ma molto interessante e avvolto nel mistero

Sono rimasta particolarmente sorpresa, onestamente. 
Il titolo mi aveva attirata e anche la copertina ha un suo non so che. Non vi avevo neppure avvisati della lettura in corso di questo racconto perché l'ho letto in pochissimo tempo, diciamo in una giornata.. Ma con molte lunghe pause perché avevo da fare. Mi sono ritrovata travolta dalle parole del racconto più strano che io abbia mai letto. Strano in senso positivo. Strano perché non avevo mai letto nulla del genere, nulla di cosi complesso. 
Lo definirei un libro nel  libro, nel il libro. (Sì, l'ho scritto 2 volte..non ho sbagliato). Avete mai visto uno di quei dipinti barocchi, in particolare "Las meninas" di Velazquez? Dipinto bellissimo..tipico caso di Dipinto nel dipinto, di opera nell'opera. 
Ecco..leggere questo racconto, mi ha fatto pensare proprio a quel dipinto. (Amo la storia dell'arte).
Ma tornando al dunque: 
La prospettiva cambia di continuo e questo prende il lettore e lo risucchia in un vortice di indizi e di complicazioni.

Michael Farner é un famoso scrittore di thriller in decadenza. Si trova in profonda crisi perché non riesce a terminare nessuno dei suoi romanzi per un motivo semplice quanto assolutamente fondamentale: Non riesce a uccidere i suoi personaggi, e sappiamo bene che un thriller senza nessuno che muore... Non si può neanche definire tale. Anche perchè.. il problema reale, non era tanto uccidere i propri personaggi, era il dopo. Ogni volta che Michael "uccide" un suo personaggio poi se lo ritrova in casa, in carne ed ossa, a torturarlo su quanto sarebbe stato bene con un colore diverso di capelli, con un giubbotto di pelle, o chissà cos'altro!

Tenta comunque di dare una svolta al suo romanzo, e crea un personaggio, in particolare una donna bella e attraente. Valery Sinclair. 
A tutti piacciono le donne belle e attraenti in un libro! Fin qui..nulla di strano.
Il problema é che Michael incontra questa donna poco dopo. Nella vita reale. Allucinazioni?
La donna, a sua volta scrittrice sia nel romanzo di Michael che nella realtà, (sempre se realtà é), sostiene di aver "creato" Michael. 
Che confusione!! All'inizio pensavo "ma che sta succedendo!". 
Per non parlare del colpo di scena finale. 

Ammiro davvero l'autore per non essere entrato nel caos più totale nel sostenere questa vicenda. E' da pazzi!

Lo strano caso di Michael Farner è un racconto che ironizza su clichè e consuetudini del mondo dell'editoria spiazzando CONTINUAMENTE il lettore, suggerendogli quello che in realtà avevano già scoperto Pirandello, Svevo, Heideger, Gadamer, cioè che ci sono tanti modi diversi per osservare una realtà solo apparentemente lineare. 
(Perchè sono così informata sull'argomento? "Tutto è relativo, tranne il fatto che tutto è relativo" è stata la tesi del mio diploma ahah).

Quindi Michael Farner, non solo dovrà  fare i conti con l'editoria e il pubblico, ma anche con i personaggi!! 
E chi avrà l'ultima parola???

Tan tan tan taaaaaaaan

Ed ecco che Michael Farner RITORNA.
Risultati immagini per il ritorno di michael farner

Titolo: Il Ritorno di Michael Farner
Autore: Lorenzo Sartori
Pagine: 60
Prezzo (ebook): 1.99
Editore: Nativi Digitali
Genere: Noir, umoristico

(immagine dell'ebook)


"scrivere un romanzo o viverne uno non è affatto la stessa cosa, tuttavia non è possibile separare la nostra vita dalle nostre opere"
M. Proust

Non credo che ci sia frase più azzeccata di questa per descrivere in poche righe la questione di questo libro. 


" Dimmelo tu, Farner. Sei tu che hai dato il via a tutto questo casino. Fosse stato per me non mi sarei mai sognato di scrivere il sequel de Lo Strano Caso.  Odio i sequel. Generano grandi aspettative, ma non riescono mai ad essere all'altezza del primo lavoro". 

Povero sfortunato Michael. 
Prima era perseguitato dai suoi stessi personaggi, ora rinchiuso in prigione con un'accusa di omicidio, senza possibilità di dimostrarsi innocente. 
A meno che... non decida di riscrivere la storia dall'interno, di cambiare le cose per tentare di uscire da questa storia. 
Riassumervi il seguito è anche più difficile del primo.. 
Più avanti si va nella storia e più si aggiungono altri personaggi, "vecchie conoscenze"..personaggi che nel libro precedente erano...scomparsi. 
No, non sono mica resuscitati..è il potere dello scrittore. Solo che adesso gli scrittori sono tre e tutti vogliono il proprio finale. 
Come finirà la storia?

Il sequel è sicuramente molto più adrenalinico, ci sono molte più azioni, è un susseguirsi vorticoso di azioni con l'unico scopo di uscire dalla storia e tornare alla normalità. Alla pace. 
Ha un carattere più thriller, del primo capitolo, però la cosa non mi dispiace, onestamente. Lo strano caso suscita quella giusta e insaziabile curiosità che spinge il lettore a volere il seguito. 
Il ritorno, a sua volta, dà delle risposte, quando lo si finisce. 

Temevo che il finale fosse deludente, perchè la vincenda è davvero molto contorta, complessa da gestire, quindi avevo terribilmente paura che alla fine, il finale, (scusate il gioco di parole), avrebbe rovinato tutto. 
Invece no, e menomale! Ci sarei rimasta malissimo!

Se ve lo consiglio? 
Sì, assolutamente. 
E' super coinvolgente!

Voto: 8.5 

2 commenti:

  1. Come al solito la tua doppia recensione mi ha convinta! Non è il mio genere pero', secondo me, vale la pena almeno provare!

    RispondiElimina

Ciao, se ti è piaciuto il post lascia un commento! Sarò felice di leggerlo!

Che aspetti? Vinci una copia!